FESTA DELLA MAMMA

mamma.jpg

 

Siamo cresciuti dentro di lei, ci ha messo al mondo, sono stati i suoi i primi occhi che abbiamo visto, è lei che ci ha stretto la mano per insegnarci a camminare, è lei che ci ha dato la cosa più preziosa, la vita.

Di chi stiamo parlando se non della persona più importante al mondo, la mamma.

La Festa della Mamma è una festa antichissima dalle origini pagane, per celebrare la prosperità e la fertilità e il passaggio dall’inverno all’estate.

Negli Stati Uniti nel 1914 fu istituito il Mother’s Day, una festa nazionale per riflettere sulla guerra, e da lì si diffuse poi in tutto il mondo, anche se si festeggia in giorni diversi.

È una festa piena d’amore che si festeggia in gran parte del pianeta per ricordare il grande ruolo che le madri hanno nella società.

La Festa della Mamma per come la conosciamo oggi fu proposta negli Stati Uniti nel 1868, su iniziativa delle pacifiste americane Ann Jarvis e di sua figlia Anna, e poi di Julia Ward Howe (autrice tra l’altro del testo della celebre canzone “Battle Hymn of the Republic”): deriva però da antiche tradizioni di celebrazioni della maternità e della fertilità.

In Italia, la ragione di ciò va cercata nel fatto che la festa della mamma è sempre stata una ricorrenza civile, ma non un giorno festivo di riposo retribuito.

In origine, questa ricorrenza era festeggiata l’8 maggio, ma a partire dal 2000 si è deciso di spostarla alla seconda domenica dello stesso mese.

Durante tutta la storia dell’umanità, è possibile rinvenire diverse tradizioni che in qualche modo possono somigliare alla festa della mamma. Tuttavia, possiamo affermare senza ombra di dubbio che la festa della mamma come la conosciamo oggi è una ricorrenza moderna, nata da esigenze moderne quali l’appello alla pace fra i popoli, in nome di una figura – quella materna – comune a tutta l’umanità.

L’origine di questa ricorrenza non è univoca: nell’antichità esistevano riti cerimoniali e celebrazioni tradizionali tra le popolazioni politeiste, che si rifacevano al culto della Madre Terra e celebravano le divinità femminili legate alla rinascita della natura in primavera, le genitrici, coloro che rappresentavano la fertilità e la vita.

Per i Greci era Rea, la madre di tutti gli dei, la grande procreatrice, e un giorno all’anno veniva celebrata la sua figura e quella di tutte le madri per associazione.

Presso i Romani, era Cibele la divinità simbolo della Natura e di tutte le madri.

La Festa della Mamma ha radici antiche quindi, ma è solo in tempi recenti che si è ufficializzata per come la conosciamo noi.

In Italia è stato un parroco, Don Otello Migliosi, a festeggiare per primo le mamme nel 1957, nel borgo di Tordibetto ad Assisi- dove ancora oggi la ricorrenza viene celebrata con particolare fervore. Altro pioniere della Festa della Mamma è il senatore e sindaco di Bordighera Raul Zaccari, che istituì il primo festeggiamento nel 1956.

Con il tempo è diventata una celebrazione molto sentita in tutto il mondo, anche se non è festeggiata nella stessa data. In molti paesi si tiene nel mese di marzo, in altri a maggio.

LARA CALOGIURI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...