MADAME BOVARY C’EST MOI

flaubert1.jpg

PUBBLICATO SU:http://www.liguria2000news.com/genova-madame-bovary-cest-moi-lettura-teatrale-tratta-da-vita-e-opere-di-flaubert.html

 

Genova. Madame Bovary c’est moi, lettura teatrale tratta da vita e opere di Flaubert

Genova. Madame Bovary c’est moi è una lettura teatrale liberamente tratta dalla vita e dalle opere di Gustave Flaubert, di Chiara Pasetti, con Alberto Giusta e Lisa Galantini (A cura dell’Associazione culturale Le Rêve et la vie), che debutta venerdì 29 settembre 2017 alle ore 21.30 presso il Teatro Garage di Genova.
Genova – È stato concepito in occasione dei 160 anni della pubblicazione di Madame Bovary di Gustave Flaubert (1821-1880) e intende raccontare la genesi di un capolavoro, il primo pubblicato dall’autore normanno considerato il precursore del nouveau roman. Ispirato anche a un fatto di cronaca dell’epoca Madame Bovary nacque sulle ceneri del fallimento della prima versione della Tentazione di sant’Antonio, opera che Flaubert terminò nel 1849 e lesse agli amici letterati Maxime Du Camp e Louis Bouilhet, i quali la bocciarono senza riserve e gli consigliarono di scegliere un argomento meno stravagante e più “moderno”, l’adulterio.
Flaubert, dopo un viaggio in Oriente con lo stesso Du Camp, nel 1851 ne iniziò la stesura, che portò a termine nel 1856. Madame Bovary venne pubblicato dapprima sulla Revue de Paris alla fine del 1856 e successivamente in volume nel 1857. Per il romanzo dovette subire un processo con le accuse di «oltraggio alla morale, ai buoni costumi e alla religione», i cui atti sono citati nella lettura. La frase Madame Bovary c’est moi è diventata celebre almeno quanto il romanzo stesso, e lo spettacolo ha tra i suoi intenti quello di mostrare quanto ci sia di vero in questa affermazione, in realtà apocrifa, attribuita a Flaubert.
La lettura teatrale costituisce una seconda tappa artistica di un percorso di studio all’interno della vita e dei testi di Gustave Flaubert, che personalmente sto conducendo da diversi anni traducendo i suoi testi ancora inediti, studiando i suoi manoscritti e pubblicando saggi sulla sua vita e le sue opere. La prima tappa dal punto di vista teatrale si è concretizzata nella lettura de La Tentazione di sant’Antonio, con Alberto Giusta, da me tradotta e adattata per la scena, rappresentata a luglio 2017 presso il Castello Sforzesco di Novara. Madame Bovary c’est moi? è il proseguimento di questo progetto. La terza e ultima tappa dovrebbe concretizzarsi prossimamente in uno spettacolo a più attori da me scritto, per la regia di Alberto Giusta, dal titolo e dagli interpreti ancora in fase di definizione.
Biglietto 10 euro.        tel.010 511447.

(Lara Calogiuri)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...