SUPER 11

74568.jpg

pubblicato su: www.liguria2000news

Genova. Pista ciclabile a Genova, dalla Fiumara a Boccadasse. Il progetto della Super 11

Genova. Si chiama la Super 11, perché sarebbero 11 i km di percorso, dalla Fiumara a Boccadasse, sei tappe da percorrere in bicicletta ma non solo, previsti anche spazi per runner e passeggiatori. Sala strapiena venerdì, nel minor Consiglio a Palazzo Ducale di Genova, con tante persone in piedi per la presentazione del percorso ciclabile e pedonale urbano. Luca Dolmetta e Silvia Rizzo hanno realizzato un progetto dettagliato e compreso anche di costi, una stima di 12,9 milioni complessivi, ma anche divisi tratto per tratto. «Una grande opera – l’ha definita Giulietta Pagliaccio, presidente della Fiab, la Federazione italiana amici della biciclietta – che consente di riappropriarsi delle strade anziché restarne ai margini».
“L’idea di fondo però è la stessa: dare la possibilità a cittadini e turisti di vedere e stare a contatto con il mare. Per il momento non abbiamo finanziamenti statali a disposizione, dobbiamo cercare risorse europee, private o sponsorizzazioni, ma nuovi disegni di legge recentemente approvati alla Camera come quello per un Piano nazionale delle piste ciclabili potrebbero essere un’opportunità” ha detto il sindaco Bucci. Una pista ciclo-pedonale sul fronte mare di Genova lunga 11 chilometri dalla Fiumara a Boccadasse toccando con una deviazione la Lanterna, 8% di pendenza massima, realizzabile con un investimento di 10 milioni di euro.”“Anche la Val Polcevera e la Val Bisagno potrebbero essere collegate alla pista ciclo-pedonale fronte mare –sottolinea Bucci – lungo il Polcevera sono già a disposizione degli ex sedimi ferroviari abbandonati”. “Il progetto è completamente fronte mare e pianeggiante – spiegano il presidente di Confprofessioni Liguria Roberto De Lorenzis e l’architetto Gianni Gaggero – avrebbe una ricaduta sul benessere dei cittadini e lo sviluppo turistico, il tracciato attraversa la zona del Blue Print e si allaccia a Corso Italia con una corsia riservata lungo l’attuale passeggiata”.Super 11 è naturalmente un percorso protetto – con soluzioni in alcuni tratti sopraelevate – e riservato e, se realizzato, dovrebbe far dimenticare quegli spezzoni di ciclabile prive un inizio e di una fine, nonché di protezioni, comparsi periodicamente in alcune zone cittadine, non ultimo quello di via XX regolarmente occupato da auto e mezzi vari. Non va dimenticato che una ciclabile vera potrebbe rappresentare per alcuni genovesi un’alternativa all’utilizzo di mezzi privati o pubblici per recarsi al lavoro o nei luoghi di studio. Per quanto pochi possano essere gli interessati rappresenterebbero pur sempre una riduzione dell’inquinamento.
(Lara Calogiuri)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...