LUNA BLU

luna-blu.png

PUBBLICATO SU: www.liguria2000news

Genova. arriva la “Luna blu”

Genova. Per gli appassionati di astronomia e non solo, questo inizio di anno nuovo ha in serbo una sorpresa: un evento raro, una nuova Superluna.
Questo nuovo fenomeno ammirabile nei cieli si chiama Luna blu, dal detto inglese Once in a blue moon (Una volta ogni luna blu), terminologia usata per indicare qualcosa che non succede molto spesso, indicando la seconda Luna piena che cade nello stesso mese.L’appuntamento da segnare in agenda è per mercoledì 31 gennaio, giorno in cui l’orbita della luna piena coinciderà con il perigeo, il punto in cui il satellite si trova alla distanza minima dalla Terra. Nella notte del 31 gennaio, la vicinanza della luna con il nostro pianeta la fa apparire più grande e luminosa. Un’eclissi lunare totale insolita: secondo quanto reso noto dalla NASA, in quest’occasione la luna si troverà a 223.068 miglia (358.994 chilometri) dalla Terra, rispetto alla distanza media di 238.855 miglia (384.400 chilometri) a cui si trova solitamente.Il fenomeno della Luna blu è assai raro e avviene quando in atmosfera si accumulano pulviscolo o ceneri. Un fenomeno raro che prende però origine da un detto inglese dei primi del 600, che indica una cosa che succede raramente o quasi mai: la Luna tende a una tonalità blu solo quando in aria vengono sparate ingentissime quantità di ceneri; secondo cenni storici la Luna si tinse di blu dopo le grandi eruzioni del Sant’Elena nel 1980 e del Piantubo nel 1991.
Questa volta il fenomeno non sarà realmente visibile, ma serve ad indicare che in questo mese avverrà un secondo plenilunio, un evento che avviene ogni 2 anni e mezzo circa. Uno spiraglio di realtà dagli stati del Nord America, devastati da grossi incendi, che rischiano di vedere la Luna con una leggera tonalità blu, quasi impercettibile per la cenere presente nell’atmosfera. Ma il colore non c’entra. Con il termine “Luna blu” si indica per tradizione la seconda Luna piena in un mese di calendario. «Solitamente si ha solo una Luna piena al mese, ma in alcuni casi ce ne possono essere due» spiega a Inaf (lstituto nazionale di Astrofisica) David Reneke, astronomo e giornalista del periodico Australasian Science .
Non è chiaro da dove provenga il termine “Luna blu” ma sembra risalire a più di 400 anni fa, in origine per riferirsi alla circostanza in cui una stagione aveva quattro lune piene anziché le normali tre. Oggi si fa piuttosto riferimento ai mesi del calendario. Un fenomeno non troppo diffuso, dato che avviene in media una volta ogni due anni e mezzo. Sperando in una notte limpida e luminosa, i punti panoramici in Liguria:
Spianata di Castelletto, Altopiano del Righi, Monte Fasce, Piani di Praglia.

(Lara Calogiuri)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...