NURAXI – FIGUS

 

nuraxi-figus.1.jpg

PUBBLICATO SU: www.liguria2000news

Genova. Nuraxi Figus. Ultima Miniera, libro di Gianpiero Corbellini e Federico Montaldo

Genova. Venerdì 11 maggio 2018, alle ore 18, presso gli spazi di PhotofactoryArt (vico di San Matteo 10R), sarà presentato il libro fotografico di Gianpiero Corbellini e Federico Montaldo dal titolo Nuraxi Figus. Ultima Miniera. Introduzione e testi di Angelo Ferracuti; con un saggio di Alessandro Mongili. Presenterà il libro Leonello Bertolucci, fotogiornalista, photoeditor e critico fotografico, con presenti gli autori. Ingresso libero all’evento. Nuraxi Figus è l’ultima miniera ancora attiva in Italia. L’attività estrattiva del carbone è già cessata, ma le gallerie vengono quotidianamente mantenute in esercizio e tenute insicurezza. Nel 2018, la miniera chiuderà definitivamente, facendo calare per sempre il sipario sull’epopea mineraria della Sardegna, che nel corso dell’ultimo secolo, e per buona parte di quello precedente, ha caratterizzato in maniera profonda lo sviluppo economico, sociale e culturale del sud dell’isola. Anche Nuraxi Figus andrà, così, ad aggiungersi al nutrito numero di miniere già chiuse, alcune riconvertite a livello turistico-divulgativo, altre muti testimoni di un tempo andato, pezzi di archeologia industriale del secolo scorso. Si confida in un progetto di riconversione delle gallerie, a circa 500 metri nel sottosuolo, per sperimentazioni di alta tecnologia, che, almeno in parte, salvaguardi l’occupazione. Molti dei minatori che ancora vi lavorano (circa 170 contro i circa 1000 di pochi anni fa) sono a loro volta figli e nipoti di minatori, legati alla miniera come parte stessa della loro esistenza, della storia della propria famiglia e della propria terra. Un legame atavico, indissolubile e intimo. La fine del lavoro in miniera è la metafora della fine del lavoro manuale come tradizionalmente inteso: faticoso, pericoloso, a volte brutale, un retaggio industriale superato dei tempi.
Il reportage vuole raccontare il finale di questa storia. Un’atmosfera di attesa mista a rassegnazione. E insieme di orgoglio e di affetto per il lavoro che sta per scomparire, consumandosi nel ripetersi dei turni, scandito dai ritmi quotidiani, sempre uguali nel corso degli anni, nel contatto tra la luce abbacinante del sole sardo e l’oscurità profonda del sottosuolo.

(Lara Calogiuri)

nuraxi-figus.1.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...