PIGNASECCA PIGNAVERDE

th-1474296676.jpg

PUBBLICATO SU: www.liguria2000news

Camogli. Pignasecca e Pignaverde al teatro Sociale

Camogli. Vincitrice del premio Gilberto Govi 2016, la compagnia I Villezzanti mette in scena un super classico della commedia in genovese con lodevole precisione, concentrazione e perfetto senso del ritmo. Risate a crepapelle ancor prima di udire le battute. Appuntamento sabato 26 maggio 2018, alle ore 20.30, al Teatro Sociale di Camogli. Gli esordi risalgono al 1970-74 a Davagna, ma solo 25 anni dopo, nel 1996 nasceva ufficialmente l’attuale compagnia che debuttava a Davagna col Dente del Giudizio presso il locale Genoa Club. Da allora il gruppo vanta quasi quattrocento spettacoli un po’ in tutta la Liguria, con qualche puntata anche fuori regione e sempre con grandi successi. Pignasecca e Pignaverde è una commedia teatrale di Emerico Valentinetti, registrata per la prima volta nel 1957. La commedia è interpretata dalla Compagnia Comica Genovese diretta da Gilberto Govi. Il titolo fa riferimento ai personaggi di un’opera letteraria in lingua genovese, scritta dal poeta ligure Martin Piaggio: I doì aväi (I due avari). Dall’opera è stato tratto anche il film Che tempi! del 1948,conGilberto Govinel ruolo di Pignasecca e Paolo Stoppa nella parte di Pignaverde, Walter Chiari come giovane amoroso e Alberto Sordi nel ruolo di un argentino in viaggio d’affari a Genova.
Il protagonista è Felice Pastorino, ennesima variante sul tema dell’avaro che l’autore raddoppia affiancando al vecchio tirchio, Pignasecca, uno più giovane, Pignaverde. Valentinetti non rinuncia a intrecciare ai tic e alle paranoie del suo protagonista il tema sempre funzionale della figlia del vecchio avaro promessa a uno sposo di gradimento del padre, nel caso l’avaro giovane. Ma il cuore ha delle ragioni che il portafoglio non conosce e le convenzioni del lieto fine salvano la ragazza dalle nozze di volontà paterna per consegnarla al suo innamorato, per giunta disposto a rinunciare alla dote per ingraziarsi il futuro suocero.

(Lara Calogiuri)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...