VOLANTINI ANTI ABORTO

image.jpg

PUBBLICATO SU: www.liguria2000news

Genova. A Villa Scassi spuntano i volantini anti-aborto

Genova. Volantini antiaborto “con immagini scioccanti e del tutto inappropriate” nel reparto di ginecologia dell’ospedale Villa Scassi di Genova. Lo denuncia il capogruppo di Rete a Sinistra/LiberaMente Liguria Gianni Pastorino in una nota. “Apprendiamo dal sito obiezionerespinta.info che questa mattina nel reparto ginecologia di Villa Scassi sarebbero stati distribuiti volantini antiaborto, che attaccano l’interruzione volontaria di gravidanza sfruttando immagini scioccanti e del tutto inappropriate – scrive Pastorino -. Ancor più grave, si affermerebbe che i soldi pubblici spesi per ciascun aborto verrebbero ‘intascati da medici e infermieri abortisti’. L’ipotesi, delirante, è che il personale ospedaliero approfitti di una prestazione sanitaria prevista dalla legge per appropriarsi indebitamente di denaro pubblico. A nostro giudizio ci sono tutti gli estremi per chiedere l’intervento dell’autorità giudiziaria nei confronti di chi stampa e diffonde questi volantini”. “Ci farebbe piacere sapere cos’hanno da dire in merito l’assessore Viale e i vertici Asl – prosegue la nota – Dovrebbe essere compito di tutte le forze democratiche, non solo progressiste, innalzare la vigilanza su questi fenomeni”. Pastorino conclude la nota dicendosi preoccupato “che proprio quest’oggi sarà nominato ministro della famiglia il leghista Lorenzo Fontana che fu in prima fila alla ‘Marcia per la Vita’ per l’abrogazione della 194”.
La riposta della Regione: “A seguito di quanto comunicato da Rete a Sinistra/LiberaMente Liguria in merito alla presenza di volantini anti-aborto distribuiti presso l’ospedale Villa Scassi, la direzione sanitaria della Asl3 conferma il rinvenimento di alcuni volantini presso la sala d’attesa del reparto di Ginecologia che sono stati immediatamente rimossi”. In una nota, l’Asl aggiunge che “l’ospedale Villa Scassi svolge la propria attività al servizio del cittadino nel pieno rispetto normativa vigente (L. 194/78) e che i sanitari – come è noto – non hanno alcun vantaggio economico dalla non obiezione.”

(Lara Calogiuri)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...