BEGATO

via maritano begato-2.jpg

PUBBLICATO SU: www.liguria2000news

Genova. Begato, presentato il piano di riqualificazione del quartiere “Diamante”

Genova. Rinnovo degli spazi pubblici di quartiere, attività di recupero edilizio e impiantistico, programma di mobilità degli inquilini delle case popolari, piano di sicurezza e laboratorio di ascolto: attorno a questi temi ruota il piano di recupero approvato oggi dalla Giunta di Regione Liguria e Comune di Genova e presentato agli abitanti nella sede dei comitati di quartiere alla “Casetta ambientale”.
Un lavoro in parallelo per dare risposte, dopo anni, alle richieste e alle preoccupazioni degli abitanti del quartiere collinare della Valpolcevera. Frutto di politiche abitative degli anni ’70 e ’80. Sulle condizioni di disagio e di emarginazione ha inciso la scelta originaria di localizzare i quartieri di edilizia residenziale pubblica in zone totalmente slegate dal contesto socio-culturale locale, la tipologia architettonica con circa 520 alloggi con una volumetria complessiva di circa 100.000 mc costituiti dalle cosiddetta “Diga rossa” e “Diga bianca”. Gli investimenti previsti ammontano a circa 4.600.000 euro. «Da tempo stiamo studiando come intervenire su un quartiere che presenta notevoli problemi, frutto anche di una politica edilizia non più attuale – spiega il Presidente di Regione Liguria Giovanni Toti – L’obiettivo è quello di creare le condizioni per una rivitalizzazione del tessuto sociale puntando, in particolare, sulla rigenerazione urbana, attraverso interventi mirati di manutenzione straordinaria e interventi sulle aree esterne. Inoltre vogliamo migliorare il rapporto con gli utenti attraverso i centri di ascolto mettendo a disposizione alloggi già pronti per chi trasferirsi in altri quartieri». «Abbiamo individuato un ordine delle priorità sulle quali intervenire – dichiara il sindaco di Genova Marco Bucci – frutto anche di un confronto avvenuto recentemente nel quartiere con i Comitati e i cittadini della Diga di Begato.». «Questo intervento rappresenta nel concreto la volontà di concepire in modo diverso l’edilizia popolare aggiunte l’assessore regionale all’Edilia Marco Scajola – riqualificare i quartieri rendendoli più sicuri, più vivibili attraverso un’edilizia moderna e che mette al centro le esigenze del cittadino. Stiamo lavorando in grande sinergia con il comune di Genova, i problemi sono tanti, gli errori del passato rendono il nostro lavoro certamente difficile ma insieme mettiamo in campo un’azione forte, dinamica e decisamente concreta per contrastare situazioni non più tollerabili». «Dopo la visita che abbiamo fatto a Begato nel mese scorso abbiamo lavorato sodo insieme a Regione e ARTE per dare risposte concrete ai cittadini del quartiere – concludono gli assessori comunali all’Edilizia popolare e alla Sicurezza, Pietro Piciocchi e Stefano Garassino – Si tratta di un pacchetto di misure importanti con un impegno finanziario di quasi 5 milioni di euro che testimonia la grande attenzione di questa amministrazione per la rigenerazione della zona. Staremo vicini ai cittadini perché vogliamo migliorare le condizioni di vita delle persone e garantire la legalità e la sicurezza».

(Lara Calogiuri)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...