DISASTRO PONTE,AGGIORNAMENTI

ponte_genova_morandi_crollo_viadotto_lapresse_2018_thumb720X495.jpg

PUBBLICATO SU: www.liguria2000news

Genova. Crollo ponteMorandi: morti, feriti e sfollati. Gli aggiornamenti

Genova. Terzo giorno dalla tragedia di Ponte Morandi. Le opeazioni di scavo e rimozione delle macerie proseguono senza sosta. Sono tra le 10 e 20 il numero di persone che mancano all’appello e che potrebbero trovarsi sotto le tonnellate di cemento sgretolate sul torrente Polcevera il 14 agosto. Ridotte al lumicino le speranze di trovare ancora qualcuno in vita. Il tragico bilancio fino a questo momento cita 38 morti accertate e 10 feriti gravi all’ospedale. Oltre 600 gli sfollati. Sabato al padiglione Jean Nouvel della Fiera di Genova i funerali di Stato delle vittime.
GLI AGGIORNAMENTI
9.25 – Il Professor Brencich, membro della commissione d’inchiesta, sulle cause del crollo di Ponte Morandi dice: “L’ipotesi della caduta dello strallo per probabile degrado è plausibile”.
9.00 – La Metropolitana resterà aperta 24 ore su 24 fino alla riapertura della viabilità. L’anticipazione era stata data ieri dal sindaco di Genova Marco Bucci e confermata oggi dal direttore operativo di Amt Stefano Pesci.
8.40 – 17 delle 38 famiglie delle vittime accertate hanno deciso di non prendere parte al funerale di Stato previsto domani alla fiera di Genova.
8.30 – Anche l’ingegnere e professor Brencich fa parte della commissione d’inchiesta che farà il sopralluogo. In passato il docente mise in dubbio l’opera.
8.20 – Si è conclusa l’operazione di rimozione dei mezzi rimasti bloccati su Ponte Morandi.
7.40 – Un incendio è divampato in un capannone della fabbrica di riciclo proprio a un passo dalle macerie di Ponte Morandi. I vigili del fuoco informano che il rogo è ora sotto controllo. L’assessore alla Protezione civile di Regione Liguria Giacomo Giampedrone spiega: “L’incendio è partito da alcune scintille scaturite dal taglio di alcune lamiere. E’ stato subito spentio e non ci sono feriti”.
7.10 – E’ previsto per oggi il sopralluogo della commssione d’inchiesta del ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture, tra le macerie e tra i piloni di quel che resta di Ponte Morandi. Ci sarà spazio anche per un sopralluogo in quota. Presenti anche i tecnici di Autostrade per l’Italia.
7.00 – Il Comune di Genova e la protezione civile hanno deciso di ridurre la “zona rossa” sotto ponte Morandi, ‘liberando’ alcuni numeri civici che erano interessati dall’ordinanza di evacuazione. La comunicazione ai residenti è arrivata nel pomeriggio. Potranno tornare nelle case gli inquilini dei civici dall’1 al 4 di via Porro. Si tratta di una cinquantina di persone. La distanza dal ponte, essendo di 110 metri, li pone fuori dall’area di un eventuale crollo. Potranno tornare a casa senza usare il gas, ma con acqua e energia elettrica. Il Comune garantirà loro i pasti. Restano sfollati altri civici di via Porro e di via Del Campasso.
6.50 – Ieri pomeriggio è iniziata l’operazione di rimozione di tutti i mezzi rimasti bloccati sulla parte della struttura che non è crollata. La Polizia stradale ha infatti proceduto alla rimozione di camion e auto che erano rimasti bloccati nel tratto sull’argine destro del Polcevera: tra questi, anche il camion simbolo della tragedia, il furgone verde con la scritta Basko, fermo a 10 metri dal baratro.
6.00 – Già pronti i primi 45 alloggi a disposizione degli sfollati, altri 300 entro 2 mesi. Sarà chiesto al Governo un finanziamento per le ristrutturazioni.
Predisposte le prime misure utili a far fronte all’emergenza viabilita’ .
Tra governo e Autostrade prosegue la querelle legata alla revoca delle concessioni e alle responsabilità della tragedia che ha sconvolto Genova e l’Italia intera.
Costerà almeno 2 milioni di euro in più lavorare di notte al Voltri Terminal Europa per i prossimi mesi con l’obiettivo di ‘alleggerire’ Genova dal traffico pesante dopo il crollo del ponte autostradale Morandi. Il gruppo Psa International di Singapore, che gestisce il terminal, si è detto disponibile a lavorare anche di notte “purché siano previsti non meno di 700 camion porta container”. Lo spiega il presidente dell’Autorità portuale del Mar Ligure Occidentale Paolo Emilio Signorini.

(Lara Calogiuri)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...