DECRETO AUTOSTRADE

 

 

Ponte_Morandi_2.jpg

Genova. Decreto: Autostrade deve pagare tutto entro un mese ma non ricostruirà

Genova. Il Decreto Genova è arrivato al Quirinale: dopo lunghe trattative il provvedimento del Governo, necessario per aiutare la città a uscire dalla crisi legata al crollo del ponte Morandi, è stato bollinato dalla ragioneria generale dello Stato e inviata al presidente della Repubblica per la firma.
Tra un massimo di dieci giorni Genova avrà dunque il suo commissario con poteri speciali: potrà derogare a tutte le norme non penali per aggirare tutte le pastoie burocratiche, guiderà una struttura composta da venti persone più due eventuali sub commissari, che sarà lui stesso a nominare, e guadagnerà un massimo di 200mila Euro all’anno.
Il decreto aumenta di 20 milioni in due anni la dotazione economica per l’emergenza e prevede 30 milioni extra per il porto che saranno ricavati dal fondo per il riparto della portualità italiana. Gli enti locali potranno assumere, per il 2018 e 2019, fino a 250 dipendenti a tempo determinato per affrontare le problematiche urgenti, sarà istituita per il comune di Genova ma anche per i retroporti fuori Liguria una Zona Logistica Speciale, con esenzioni e semplificazioni per le aziende che vi operano. Sarà inoltre individuata, attraverso un apposito decreto del commissario, una Zona Franca. Le aziende della Zona Rossa che hanno subito perdite di fatturato riceveranno l’importo dei mancati incassi, fino a un massimo di 200mila Euro. I cittadini che hanno subito danni agli immobili e alle cose in conseguenza del crollo saranno indennizzati e le somme dell’indennizzo non faranno cumulo con i loro redditi.
Il decreto istituisce poi l’Ansfisa, la nuova agenzia nazionale per la sicurezza di ferrovie e infrastrutture stradali e autostradali: avrà sede a Roma, conterà circa 400 dipendenti e costerà 35 milioni in due anni. Promette di essere un passo avanti in materia di incolumità pubblica.

(Lara Calogiuri)

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...