WEST SIDE STORY

West Side Story.jpg

PUBBLICATO SU:www.liguria2000news

Genova. West Side Story: il musical di Broadway al Teatro Carlo Felice

Genova. West Side Story, per molti, è il musical più bello, il capolavoro del genere, che torna al Teatro Carlo Felice di Genova dall’1 al 5 gennaio 2019. Grazie alle musiche, innanzi tutto. Che non sono solo ben scritte, calzanti e funzionali, come nella maggior parte dei musical firmati dai grandi professionisti di Broadway, ma hanno il valore aggiunto dell’inconfondibile tocco eclettico di Leonard Bernstein, «il più grande pianista tra i direttori, il più grande direttore tra i compositori, il più grande compositore tra i pianisti» (come ha scritto il filosofo e musicologo Carlo Serra). La vicenda, poi, non è una trama qualunque, ma un grande archetipo narrativo: l’amore alla Romeo e Giulietta, l’amore contrastato per la rivalità delle famiglie a cui appartengono, rispettivamente, i due innamorati, l’amore impossibile (o meglio, impossibilitato) per eccellenza.
In West Side Story i Capuleti e i Montecchi si reincarnano in due bandi rivali che, alla fine degli anni Cinquanta, si contendono l’Upper West Side di Manhattan: i portoricani Sharks, a cui appartiene Maria, e gli americani Jets, di cui fa parte Tony. E l’archetipo shakespeariano, così, da faida esclusivamente famigliare, si allarga in un dramma sociale, osannato da Broadway nel 1957 (732 repliche) e dall’Academy Awards nel 1961, che lo premiò con 10 Oscar (il record di statuette vinte da un film di genere musicale).
Il grande successo di West Side Story l’anno scorso al Teatro Carlo Felice (coproduttore dello spettacolo insieme a WEC), nella versione originale con le celebri coreografie di Jerome Robbins, dimostra che il musical di Bernstein non è invecchiato, che è ancora attuale e in grado di parlare anche alle nuove generazioni. Sono passati sessant’anni, ma il melting pot musicale di West Side Story (citazioni da Beethoven e passaggi spigolosi, moderni, che si fondono con melodie be-pop e ritmi latini), che allora era specchio sonoro della società multietnica americana, oggi lo è di quella europea. E la morale della storia – le conseguenze tragiche dei pregiudizi etnici e culturali portati all’estremo – purtroppo non è tramontata.
Per chi lo ha perso la scorsa stagione, o per chi vuole rivederlo, West Side Story ritorna al Teatro Carlo Felice a gennaio. Quattro date (il 1° alle ore 16, il 3 e il 4 alle ore 20, il 5 alle ore 15.30) con protagonista la miglior squadra italiana specializzata in musical: Federico Bellone (regia), Fabrizio Angelini (che riprende le coreografie di Robbins), Hella Mombrini e Silvia Silvestri (scene), Chiara Donato (costumi), Valerio Tiberi (luci). Sul podio, il giovane e trascinante direttore inglese Alpesh Chauhan, Direttore Principale della Filarmonica Arturo Toscanini di Parma e già apprezzato al Teatro Carlo Felice nelle ultime tre stagioni sinfoniche.

(Lara Calogiuri)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...