MATTARELLA-CARIGE

sergio-mattarella.jpg

PUBBLICATO SU: www.liguria2000news

Genova. Mattarella firma il ‘decreto Carige’.
Genova. Il presidente della repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato in serata il decreto legge su Carige varato dal Consiglio dei ministri. Il provvedimento è stato trasmesso alla Camera. Il presidente Sergio Mattarella, si legge nel sito del Quirinale, ha firmato il decreto legge contenenti “misure urgenti a sostegno della Banca Carige S.p.a. – Cassa di risparmio di Genova e Imperia” e l’autorizzazione alla presentazione alle Camere “di disegni di legge 08/01/2019 Conversione in legge del decreto-legge recante misure urgenti a sostegno della Banca Carige S.p.a. – Cassa di risparmio di Genova e Imperia”.
Garanzie statali sulle obbligazioni Carige, per un massimo di 3 miliardi di euro, attivabili fino al 30 giugno e un fondo pubblico da 1,3 miliardi per coprire gli oneri dei bond e della eventuale sottoscrizione di azioni della banca per un massimo di un miliardo in caso di ricapitalizzazione precauzionale. E’ quanto prevede il decreto Carige firmato dal Presidente della Repubblica e pubblicato in Gazzetta Ufficiale.
Il presidente del Consiglio Conte spiega la misura: “In questo momento non parliamo di salvataggio di Carige, confidiamo che la logica di mercato e che gli azionisti possano ricapitalizzare. Se questo non arriverà, non intendiamo usare soldi dello Stato”.
Ieri intanto si è svolto nella sede centrale di Banca Carige a Genova l’incontro tra i commissari straordinari nominati dalla Bce e i rappresentanti sindacali. Dal verice durato poco meno di due ore è emerso che il piano industriale dell’istituto di credito genovese entro il prossimo mese di febbraio. Nel frattempo la Commissione europea prende nota del ‘decreto Carige’ e analizza il dossier. Jean Claude Juncker, presidente della Commissione europea, ha ribadito di essere in costante contatto con il governo italiano. I commissari Carige Modiano, Innocenzi, e Lener hanno ribadito che “non ci saranno esuberi per quanto riguarda i dipendenti della banca”. La Sga, la società controllata dal Tesoro che si occupa di recuperare crediti deteriorati, nel frattempo è pronta a scendere in campo per analizzare ed eventualmente rilevare i crediti dubbi che Carige vuole smaltire. È quanto si apprende in ambienti finanziari dopo che l’istituto ligure ha annunciato che verrà avviata una due diligence su una consistente dei suoi crediti deteriorati “a cui – ha spiegato Carige – saranno invitati alcuni tra principali operatori italiani e esteri”.

(Lara Calogiuri)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...