DEMOLIZIONE PONTE

ponte-morandi-genova_d2hbfx6071x17n8b1st6r0dd.jpg

PUBBLICATO SU: www.liguria2000news

Genova. Ponte Morandi, scatta l’ora del primo taglio sul moncone ovest

Genova. E’ tutto ponto sul moncone ovest di ponte Morandi, dove nel pomeriggio di oggi verrà effettuato il primo taglio che domani porterà allo smontaggio dei primi 40 metri di una porzione del viadotto crollato lo scorso 14 agosto e che costò la vita a 43 persone. Le ditte demolitrici stanno lavorando affinchè i tempi segnati nel calendario dal commissario alla ricostruzione Marco Bucci vengano rispettati. Sui lavori incombe il pericolo vento che potrebbe rallentare le operazioni ma le ultime previsioni segnalano vento debole in città. Una buona notizia dunque. Per consentire i lavori chiusa dalle ore 6 di oggi e ‘fino a cessata esigenza’ via 30 Giugno. Contrariamente a quanto circolato nelle ultime ore anche il premier Giuseppe Conte potrebbe arrivare a Genova per assistere al primo smontaggio della ‘fetta’ di moncone. A ponente sono stati assemblati a terra gli strand jack e le travi di supporto in attesa di essere posizionati sul viadotto mediante l’utilizzo di una gru della portata di 400 tonnellate con braccio di oltre 90 m, non appena le condizioni meteo lo permetteranno. Nel frattempo, sul ponte prosegue la rimozione delle carpenterie per permettere l’abbassamento dell’impalcato tampone e continua la demolizione dei giunti stradali per permettere il taglio dei denti di appoggio delle travi.
A Ponente sono state rimosse dall’impalcato oltre 2000 tonnellate di peso tra asfalto e new jersey, mentre a levante sono stati effettuati i primi sopralluoghi tecnici sul viadotto. A terra sono state effettuate le prove di carico su piastra nelle aree dove andranno posizionate le torri di supporto. Già da oggi si prevede la realizzazione dei plinti di fondazione in cemento armato di 200 mq ciascuno dove verranno posizionate le torri che sono state preassemblate nei giorni scorsi in via Porro e via Fillak. Per il taglio verrà usata la tecnica degli strand jack, i martinetti idraulici che hanno il compito di sollevare e poi portare a terra la sezione di ponte grazie all’utilizzo di potenti cavi d’acciaio. Per compiere l’operazione ci vorranno tra le sette e le otto ore di lavoro. si tratta infatti di un’operazione molto lenta e che che necessità della massima cautela da parte dei tecnici specializzati delle ditte incaricate. Una volta sollevata la ‘fetta’ di ponte, questa verrà spostata lateralmente e infine appoggiata a terra.

(Lara Calogiuri)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...