VERONICA PIVETTI

veronica-pivetti-vivo-con-una-donna-e-sono-felice.jpg

PUBBLICATO SU: www.liguria2000news

Genova. Veronica Pivetti in Viktor und Viktoria

Genova. Da martedì 5 a mercoledì 6 marzo al Teatro Politeama Genovese andrà in scena Viktor und viktoria. Sullo sfondo di una Berlino anni trenta, una spassosa Veronica Pivetti ci racconta una storia piena di battute di spirito e divertenti equivoci. Viktor und Viktoria, è scritta originariamente da Giovanna Gra e riveduta e diretta da Emanuele Gamba, liberamente tratta dall’omonimo film del 1933 diretto da Reinhold Schünzel e scritto da Hans Homsburg. A questo film si ispirò anche il celebre regista Blake Edwards, che con il suo Victor Victoria, ottenne ben sette candidature ai premi Oscar 1983, vincendo il premio per la migliore colonna sonora.
Veronica Pivetti, nei panni della dolce performer Suzanne Weber, artista povera e affamata ma dotata di una sensuale voce roca, incontra un collega attore, Vito Esposito (Yari Gugliucci) immigrato napoletano simpatico e geniale, perdutamente innamorato di Lilli Shultz (Roberta Cartocci), una bizzarra ballerina “molto bionda”. Suzanne ha fame, freddo e il cuore spezzato, e si affida a Vito per mancanza di alternative, più che per fiducia. E così, sullo sfondo di una Berlino dilaniata dalle violenze dei nazisti di Hitler contro gli spartachisti dell’estrema sinistra, nasce una storia di intensa amicizia tra lei e Vito. I due condividono la stanza, il letto (ma solo per dormire), i vestiti e persino la fame, che evidentemente aguzza l’ingegno di Vito, il quale partorisce un’idea che cambierà i destini di tutti. La vita notturna della Berlino del tempo è dissoluta e libertina, i cambi di sesso e l’amore libero affascinano il pubblico, che ama gli spettacoli divertenti basati sugli scambi di genere, e a Vito offrono di interpretare il ruolo di un travestito, un uomo che interpreta una donna. E Vito offre il ruolo a Suzanne: lei dovrà essere una donna che interpreta un uomo che interpreta una donna!
Tra battute di spirito e divertenti equivoci si legge la critica ad una società bigotta e superficiale sempre pronta a giudicare dalle apparenze.

(Lara Calogiuri)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...